Un tetto per tutti - Alternative al cielo a scacchi

Il servizio di accoglienza

- Accoglienza in occasione della fruizione di permessi premio
- Accoglienza temporanea in appartamento per i familiari di persone detenute in un Istituto milanese
- Accoglienza in occasione della fruizione di misure alternative alla detenzione o al termine della pena
- Accoglienza in comunità residenziale
- Accompagnamento socio-educativo

"Un tetto per tutti: alternative al cielo a scacchi" è una rete di organizzazioni che offrono un servizio di accoglienza abitativa temporanea e di accompagnamento socio-educativo rivolto a persone detenute o provenienti da un'esperienza di detenzione nel territorio milanese. L'accoglienza è offerta in appartamenti condivisi e, in qualche caso, in comunità di accoglienza.
Le accoglienze sono diversificate a seconda delle richieste e delle opportunità. Sono previste sia accoglienze brevi ed episodiche (ad esempio in occasione di permessi premio), sia accoglienze temporanee all'uscita dal carcere, in occasione della fruizione di misure alternative alla detenzione o successive al fine pena.

Accoglienza in occasione della fruizione di permessi premio
Destinata a chi esce dal carcere in occasione della fruizione di un permesso premio, può durare da dodici ore a qualche giorno.
L'accoglienza avviene in appartamento ed è rivolta alla persona detenuta sia da sola che insieme alla propria famiglia.
Negli appartamenti possono essere accolte più persone che usufruiscono di un permesso premio contemporaneamente, quando ciò è compatibile con il progetto individuale e con le necessità della persona accolta.
Ha l'obiettivo di garantire equità per tutti i detenuti nell'accesso alla misura del permesso premio, fornendo un supporto abitativo e socio-educativo a persone che non possiedono risorse proprie e una diversa soluzione abitativa; l'accoglienza per la fruizione di un permesso premio può rappresentare anche una prima occasione di conoscenza dell’utente, in grado di consentire l'avvio di un più duraturo progetto di inserimento sociale, lavorativo e abitativo della persona detenuta.
L'accoglienza può o meno prevedere un colloquio con un volontario o con un operatore socio-educativo e un maggiore o minor grado di autonomia che dipende dal progetto individuale. Non viene effettuato accompagnamento da e per il carcere, né è garantita la presenza di volontari e operatori nella struttura di accoglienza. Eccezioni in tal senso possono essere fatte solo per progetti di accoglienza che presentino particolari necessità e in accordo con l'équipe psico-pedagogica dell’Istituto penitenziario di provenienza.

Accoglienza temporanea in appartamento per i familiari di persone detenute in un Istituto milanese
Destinata ai familiari di persone detenute negli istituti dell'area milanese, ha l'obiettivo di consentire lo svolgimento dei colloqui o di incontrarsi in occasione di un permesso di breve durata anche nelle situazioni in cui la distanza e la situazione economica delle famiglie impedirebbero altrimenti gli incontri. Ha dunque la finalità generale di supportare il mantenimento della relazione familiare.
Particolare attenzione è rivolta alla tutela e promozione dei rapporti tra genitori detenuti e i loro figli, specialmente in età prescolare e scolare.

Accoglienza in occasione della fruizione di misure alternative alla detenzione o al termine della pena
Destinata a chi esce dal carcere in occasione della fruizione di una misura alternativa alla detenzione o al termine della pena, ha una durata temporanea definita in accordo con i servizi di riferimento e sulla base delle necessità della persona accolta.
L'accoglienza avviene in appartamento ed è rivolta alla persona detenuta, anche insieme ai propri familiari. Negli appartamenti possono essere accolte più persone contemporaneamente, quando ciò è compatibile con il progetto individuale.
Ha l'obiettivo di garantire equità per tutti i detenuti nell'accesso alle misure alternative alla detenzione, fornendo un supporto abitativo e socio-educativo a persone che non possiedono risorse proprie e una soluzione abitativa autonoma o differente. Essa è destinata a persone che hanno avviato – o stanno per avviare – un percorso di inserimento socio-lavorativo e rappresenta un indispensabile supporto ai progetti individuali.
L'accoglienza prevede la condivisione di un accordo di ospitalità e la sottoscrizione e il rispetto dei regolamenti previsti per l'appartamento presso il quale si verrà accolti. Per ciascuna persona accolta viene concordato e avviato un progetto personale per il raggiungimento dell’autonomia socio-economica e abitativa.
Il progetto è supportato da volontari e operatori socio-educativi e monitorato attraverso regolari colloqui. Le modalità di supporto educativo e sociale sono definite e concordate con ciascuna persona per rispondere alle sue necessità e garantire le condizioni che le consentano di usufruire della misura richiesta e di raggiungere gli obiettivi individuati.

Accoglienza in comunità residenziale
È destinata a uomini che escono dal carcere per usufruire di una misura alternativa alla detenzione o per fine pena e che necessitano di un percorso di accompagnamento socio-educativo più impegnativo rispetto all'accoglienza in appartamento.
La presenza continuativa di personale educativo e socio-sanitario permette di costruire, per ciascuna persona accolta, un adeguato progetto di accompagnamento sociale e di supporto psicologico che può rappresentare un elemento utile per accede alla misura alternativa.
L'accoglienza prevede la condivisione di un accordo di ospitalità, la sottoscrizione e il rispetto del regolamento della comunità e la partecipazione alla vita comunitaria e alle attività proposte.

Accompagnamento socio-educativo
Ciascuna persona accolta nell'ambito del progetto "Un tetto per tutti: alternative al cielo a scacchi" avvia, contestualmente all'accoglienza, un proprio progetto di vita e lavoro.
Per facilitare l'inserimento socio-lavorativo e il conseguimento dell'autonomia economica e abitativa, un'équipe di operatori professionali e volontari affianca e supporta ciascun ospite con azioni di accompagnamento sociale ed educativo.
Gli obiettivi del progetto educativo sono definiti e concordati prima dell'inizio dell'accoglienza e sono parte dell'accordo di ospitalità. Gli operatori del progetto operano in collaborazione con i diversi soggetti e servizi pubblici e/o privati del territorio coinvolti nella realizzazione dei progetti socio educativi.

Il servizio
I destinatari
Progetto finanziato da:
Fondazione Cariplo Comune di Milano Regione Lombardia